BIOGRAFIA e BIBLIOGRAFIA

CURRICULUM VITAE
PREMI
MOSTRE
COLLEZIONE DI FERNANDO ARRABAL
INVESTIGAZIONI SULL'OPERA DI FERNANDO ARRABAL


CURRICULUM VITAE DI FERNANDO ARRABAL

frammenti biografici di un"povero, poeta, maledetto" che ha segnato la cultura di questo secolo":

1932, 11 agosto - nasce a Melilla, Ciudad Rodrigo, Marocco Spagnolo, in via Ledesma n. 3, da Fernando Arrabal Ruiz e Maria del Carmen Tèran. L'anno prima, il 16 settembre, era nata la sorella Carmen, attualmente medico pediatra. Il padre è condannato da Franco, incarcerato e poi disperso o più probabilmente morto. Scopre il teatro qui, il giorno dei morti, assistendo a una rappresentazione del Don Juan: si fa il suo piccolo teatrino di cartone e inscena piccole recite per la famiglia.

1940 circa - la madre attraversa tre fronti e sei frontiere coi tre piccoli e si trasferisce a Madrid in Calle Madera Baja n. 17, proprio di fronte all'edificio che è all'origine del mito di Don Juan.

1943 - vince a soli undici anni un premio nazionale: Prix des Surdonés

1947 - la madre lo iscrive e gli fa frequentare l'Accademia militare di Aviazione. Il giorno lo obbliga a portare l'uniforme di caporale. Fernando scopre le lettere del padre dalla prigione che la madre aveva nascosto: enorme conflitto, scappa per quattro giorni

1949 - nonostante che la madre lo spinga alla carriera militare, o forse proprio per questo, dato il conflitto ormai irriducibile con questa, fa un concorso per entrare alla Scuola Teorico-Pratica per l'Industria della Carta, diretta e condotta dagli Scolopi, situata a Tolosa, nei Paesi Baschi. Vince il concorso e si trasferisce a Tolosa il 1° settembre. S'innamora di Victoria Izaskun alla scuola di musica di Felipe Bernard.

1951 - Si trasferisce a Valencia, dai Gesuiti. Periodo felice: Padre Vicedo è il suo padre spirituale. Con questi va a proiettare dei film muti che commenta ad alta voce per un pubblico fatto sostanzialmente di poveri. Si diploma e lavora come cassiere in fabbrica alla PESA.

1952 - Parte per Maiorca dopo aver lasciato definitivamente i Gesuiti. Subito dopo Maiorca si reca a Madrid, dove continua a lavorare in una filiale della PESA. Abita con la madre ma in grande tensione. La sera frequenta l'Università: Diritto. All'iscrizione, nel modulo, alla voce "professione" scrive: "Povero, poeta, maledetto". Scrive Pic-nic in campagna o I soldati..

1953 - Arriva secondo al concorso "Città di Barcellona" con Il triciclo.

1954 - entra nei poeti "postisti". Va a Parigi in autostop per vedere Madre Coraggio di B.Brecht al Thèâtre de la Ville. Incontra Luce Moreau, di 21 anni.

1955 - Ottiene una borsa di studio di 3 mesi dal governo francese e si reca a Parigi. Scopre la propria tubercolosi e si ricovera all'Ospedale Universitario, dove scrive Fando e Lis. Scrive a Beckett, che gli risponde: s'incontrano e diventano amici. Dall'ospedale viene trasferito al Sanatorio di Bouffémont (20 km a nord di Parigi), dove tra gli altri c'è anche Bud Powell (Blues for Bouffémont). Al sanatorio conosce un tizio che poi diventa funzionario ONU. Questi gli permette di entrare nella sala delle assemblee e di fare una conferenza sul tema Cerimonia dell'esilio nel teatro contemporaneo: Unico spettatore, l'amico. In piedi, sul tavolo del Presidente, una ragazza nuda.

1956 - Provocazione: ai questionari del Sanatorio risponde alla domanda "Cosa volete fare in futuro?" con "Masturbare i cavalli", persuaso che nessuno mai avrebbe letto tali moduli. Ma tre mesi dopo il direttore lo richiama! Il 15 settembre partecipa a una gara di scacchi. Scrive Cerimonia per un negro assassinato e Les deux bourreaux.

Ottiene un aiuto finanziario statale per l'Opera Prima e collabora con Jean Marie e Geneviève Serreau alla messa in scena. L'editore Julliard gli propone di pubblicare tutta la sua opera teatrale: contratto che gli assicura 30.000 franchi al mese.

1958 - 21 gennaio: domanda per diventare membro della Società degli Autori e Compositori Drammatici. - 28 gennaio: prima rappresentazione teatrale de Il Triciclo, a Madrid, regia di Josè Valdès. Al ritorno da Madrid, il primo febbraio, Arrabal sposa Luce Moreau.

1959 - 21 gennaio: pubblica Baal Babylone-Viva la Muerte .Sartre vuole pubblicare Guernica in Les Temps Modernes. Nel mese di novembre gli invia le bozze che contenevano anche una sua lunga introduzione. I comunisti lo dissuadono qualificando Arrabal come "anarchista". Jeanne Marie Serreau mette in scena la prima pièce di Arrabal, Pic-nic in campagna, al teatro de Lutèce. Alla fine dell'anno è invitato con sei altri "giovani" dall'Istituto Internazionale di Educazione della Fondazione Ford (Gunther Grass, Italo Calvino, Hugo Claus, Robert Pinget, Claude Ollier, Charles Tomlinson). Partono il 4 novembre per New York, ciascuno per 500 dollari al mese. Arrabal è alla Columbia University. Rientra a Parigi nella primavera del '60.

1960 - In primavera è di nuovo a Parigi, dove conosce Topor e Jodorowsky: si ritrovano al Cafè de la Paix, Place de l'Opera, dove inizia con loro a ideare il movimento Panico. Firma con altri il manifesto contro la guerra d'Algeria; Breton lo invita a ritirare la firma, temendo l'espulsione di Arrabal dal paese.

1961 - 24 novembre: esce il secondo tomo sul teatro di Arrabal per Julliard. In Messico Jodorowsky mette in scena con grande successo Fando e Lis. Tramite Jean Benoît conosce i surrealisti, che frequenta alla Promenade de Vènus. Breton pubblica ne La Brèche i primi testi panici di Arrabal: Cinque racconti panici.

1962 - con Topor e Jodorowsky fonda il movimento Panico, una parola più ad uso interno che movimento o scuola.

1963 - 3 agosto, conferenza all'università di Sidney: L'Uomo Panico. Il 2 maggio Julliard pubblica La Pierre de la Folie. Partecipa con i surrealisti a un'esposizione sul blasfemo.

1964 - "La Brèche" n. 2 pubblica La solenne comunione. Jodorowsky pubblica Panique et poulet roti. Cémonie

1965 Julliard: terzo tomo. - 24 maggio: Jodorowsky mette in scena al Centro Americano di Parigi, con Panico, un grande happening. - Christian Bourgois pubblica il quarto tomo dell'opera di Arrabal. - Dicembre: Topor pubblica Pétit mémemto panique (51 articoli, proverbi, ecc.) e Topor

1966 - Pubblica Il teatro come cerimonia panica; Jodorowsky gira Fando e Lis

1967 - Feste e riti della confusione. - 27 luglio: è arrestato in Spagna per vilipendio allo stato e alla religione, denunciato dal padre della ragazza a cui aveva dedicato un suo libro. Accusa: Delitto di ingiuria alla nazione e blasfemia contro dio. Pena: sei mesi di prigione e multa di 10.000 pesetas.- 14 agosto: è liberato ; 22 settembre: Processo, viene assolto con formula piena.

1968 - Viaggio in Messico con Jim Morrison dei Doors. Maggio: partecipa all'occupazione del Théâtre de l'Odéon, del Collegio Argentino e di quello Spagnolo.

1969 - 11 febbraio, Madrid, la rappresentazione di Les deux bourreaux è interrotta e la polizia distrugge le scene. Conosce Pasolini. Dopo il film Porcile e la pièce di Arrabal Il giardino delle delizie Michel Droit chiede che entrambi siano espulsi dalla Francia. Riceve il premio dell'Humour Noir.

1970 - A Tunisi per girareViva la Muerte

1971 - Incontra John Lennon e Yoko Ono (gli si fanno incontro fischiettando la colonna sonora del film)

Picasso gli dedica Viva la vida, quadro che gli è recapitato da Luis Bunuel

Lawrence Olivier mette in scena L'architetto e l'imperatore d'Assiria

18 marzo: lettera a Franco: "Vi scrivo questa lettera con amore. Senza la minima ombra di odio o di rancore. Devo dirvi che siete l'uomo che mi ha causato il più grande male".

1972 - E' al Chelsea Hotel con Truman Capote e Tenessee Williams

Film: J'irai comme un cheval fou , il film viene immediatamente censurato.

1973 - viaggio a Tokyo per giocare a scacchi

1975 - Gira a Matera (Italia) L'albero di Guernica .

Resta "indesiderabile" in Spagna fino al '76: Josè Maria de Areilza, Ministro degli Affari esteri spagnolo, proclama a Bruxelles l'interdizione di soggiorno per sei principali oppositori del franchismo: Arrabal, Alberti, Carrillo, El Campesino, Lister, la Pasionaria.

1978 - 2 gennaio: Lettera ai militanti comunisti spagnoli: Songe et mensonge de l'eurocommunisme

1979 - a Melilla: appena arriva abbraccia la terra sulla spiaggia

1981 - La sua antica scuola a Ciudad Rodrigo viene trasformata in teatro

1983 - La Tour prends garde; Humbles Paradis

1986 - 27 ottobre: Re Juan Carlos gli dona la Medaglia d'Oro per le Belle Arti, lasciandogli così libero accesso in Spagna. Arrabal viaggia nei dintorni di Haiti e, di ritorno in Spagna, pronuncia un discorso dove assegna a Feliciano De Silva, un autore di romanzi di cavalleria, il ruolo di ispiratore del Don Chisciotte di Cervantes.

1987 - Jorge Camacho diviene un suo compagno di scacchi; Arrabal prepara l'edizione di Sogni d'insetti mentre appare L'albero di vita.

1988 - incontra Garry Kasparov a Parigi; esce il romanzo La figlia di King Kong, seguito da Vertigine e da Il cranio del pittore. Scrive La stravagante crociata d'un castrato innamorato (pubblicato nel 1989), e La notte è anche un sole per il Teatro de l'Opéra de la Bastille.

1989 - L' extravagante croisade d'un castrat amoreux. Realizza per Antenne 2 il cortometraggio di 25 minuti Scacchi e mito.

1990 - La sua corolla nera, libro d'artista illustrato da Fassianos. Un trust di editori pubblica contemporaneamente in cinque lingue il suo libro su "El Greco".

1991 - Realizza per Antenne 2 il cortometraggio di 25 minuti New York-Babylone. A Maastricht, davanti a 26.000 croati venuti da tutti i paesi europei, pronuncia un discorso fiammeggiante che denuncia la violenza e i massacri perpetuati dai Serbi.

1992 - 16 luglio: crea Galaxie Lirac, accompagnata da un manifesto nel quale figurano 49 personalità delle arti, della letteratura e delle scienze. Esce la sua raccolta di poesia Arrabalesque e, dieci anni dopo aver realizzato il suo ultimo lungometraggio, gira per Antenne 2 il film- poema Addio Babilonia, ovvero Libertà colore di donna, con Lelia Fischer e Spike Lee nei ruoli principali. Di ritorno agli scacchi, accetta di giocare una partita simultanea contro una ventina di personalità del mondo letterario e un computer al Grand Palais di Parigi.

Sempre nel 1992 il Festival del Cinema della Città di Melilla organizza un omaggio ad Arrabal per il suo sessantesimo compleanno, celebrato anche a Parigi dall'Art Center, che gli consacra una retrospettiva completa sui vari versanti cui si è dedicato.

1993 - Distribuito l'ultimo film, Addio Babilonia.

1996 - Entra in contatto con City Lights Italia, con la quale pubblica la traduzione italiana di La pièrre de la folie (1998) e partecipa ai due festival organizzati a Firenze da City Lights con Lawrence Ferlinghetti, Anne Waldman, John Giorno, Alejandro Jodorowsky, Gregory Corso, Ed Sanders, Tuli Kupferberg, et altri.

1998 - Gira il film Una vita di poesia - J.L.Borges e pubblica il romanzo Le funambole de Dieu.

ARRABAL tiene inoltre rubriche stabili di scacchi su L'Express, The New York Times, ABC di Madrid, Libération ed una rubrica stabile (Dizionario panico) su El mundo.

2000

La madre di Fernando Arrabal muore.

 


LETTERA DI BECKETT AGLI GUDICES DI SPAGNA NELLA DIFENSA DI ARRABAL, NELL 1967

(testo redatto nel libro: GLIBOTA Ante, Arrabal Espace, París P.A.C., 1993)